domenica 16 settembre 2018

Genoa-Bologna 1-0


L'impossibilità di seguire la squadra con continuità mi porta a limitare gli interventi su questo blog. Ma non credo sia particolarmente grave, considerate le caratteristiche da soliloquio di queste pagine. Quindi i rari lettori mi scuseranno.
Campagna acquisti molto discutibile, vendita dell'unico giocatore di indubbio valore (Verdi) insomma le solite cose delle squadre di provincia, con la differenza che con un po' di testa una squadra decente la puoi anche tirare fuori. Non per le Coppe ma per un campionato dignitoso. Cosa che non sta avvenendo. La scarsità del Bologna attuale (diciamo di questo campionato) è sconsolante. E non è solo per il goal che non arriva (clamoroso e mai successo nella storia della società) ma per la qualità media veramente inaccettabile per una società che tre anni fa sembrava finalmente fare il passaggio di qualità dopo tanti anni di delusioni e ci si credeva pure. Io personalmente non credo affatto che con Zanetti si diventava il Real Madrid pertanto non rimpiango certo il re del caffè. Mi aspettavo però semplicemente che il programma di Saputo avesse una progressione di intenti : risanamento, riassetto e poi un nuovo impulso. Invece qui ogni anno è peggio pertanto sono perplesso. Anche perché non capisco tutta la vicenda dello Stadio se poi sul campo, continuando così, tanto vale giocare alla Virtus. La partita di oggi è una delle tante già scritte. Contro una squadra altrettanto debole con un allenatore che lasciamo perdere i ricordi..il Bologna non riesce a combinare nulla e poi nel secondo tempo incassa il golletto di rito. Nervosismo, un Pulgar impresentabile sia come volontà che come equilibrio di nervi. Insomma andiamo male. Molto male. Puntiamo a stare davanti al materasso Frosinone. Ha senso tutto ciò ?

domenica 22 aprile 2018

Cagliari-Bologna 0-0


Noia. Non ho altro termine per descrivere questa partita. Ok, pareggio, punto prezioso, in altre occasioni si sarebbe perso (?!) e così via. Ma, appunto, tutto il resto è noia. Poche le occasioni, un goal annullato contestato dai cagliaritani, il nostro allenatore che dice che dobbiamo essere più lucidi sotto porta (ma guarda..) e le interviste di chi ritiene di avere interpretato bene la partita. Quello che non si toglie è una sensazione di inutilità di questi incontri. Non aggiungono nulla nè in bene nè in male, ma in fondo è così che deve essere. Un altro passettino verso la fine di questa stagione così povera di slanci, non negativa (in A ci rimaniamo e quindi il bicchiere mezzo pieno è assicurato) ma si può dire noiosa ?

giovedì 19 aprile 2018

Sampdoria-Bologna 1-0


Il Bologna gira dignitosamente per buona parte dell'incontro anche senza, in verità, ottenere molte occasioni da rete. ma ciò che conta è il tipico esito finale di quest'annata sempre più scontata : golletto in pieno recupero alle spalle di Mirante e tutti a casa. Classico. 17 sconfitte, niente male. E siamo sempre qui sui soliti temi. Si nota di più il mancato acquisto dei giocatori che avrebbero fatto seriamente la differenza da parte del milionario canadese o la tristezza di un allenatore che continua a cambiare e a cambiare e non sbroglia la matassa ? Niente da fare...quest'anno va così.

domenica 15 aprile 2018

Bologna-Hellas Verona 2-0


Il più classico dei risultati casalinghi porta il Bologna verso una zona sicurezza difficilmente attaccabile e il Verona sempre più in difficoltà in fondo alla classifica. Nella prima parte molte le occasioni per i rossoblu, ma un solo goal con una perfetta esecuzione di Verdi su calcio di punizione. Nella ripresa i veneti andavano molte volte vicino al pareggio ma, come spesso succede in questi casi, arriva sul finale il raddoppio di Nagy. Non si è visto nulla di particolarmente diverso dalle ultime esibizioni del Bologna che usciva da una settimana di ritiro anticipato dopo la sconfitta indecorosa subita a Crotone. La squadra è questa. Ha elementi che sicuramente consentono di non precipitare più di tanto e che altre squadre non hanno, ma rimane sempre nell'impressione di non avere un gioco consolidato nel bene e nel male, nelle vittorie e nelle sconfitte. Si parla sempre dell'abbandono di Mr. Donadoni al termine del campionato e la città si divide su questo aspetto. Io personalmente credo che l'allenatore ex milanista sia un buon tecnico, ma qui le ha spese veramente tutte, al di là dei giocatori che si è trovato ad allenare e i risultati, ma soprattutto il gioco espresso, non ne hanno avuto un beneficio. E quindi, come in tutti i lavori, forse sarebbe meglio cambiare...

lunedì 9 aprile 2018

Crotone-Bologna 1-0


Continuano i pacchetti regalo del Bologna. Venghino signori. Qui si raccolgono i punti per i bisognosi. Con un'altra delle innumerevoli sconfitte (brutte) di questo campionato, il Bologna rientra dalla Calabria con i dubbi di sempre, o meglio con i dubbi che per molti sono certezze. L'allenatore è all'altezza della situazione ? Ha più colpe lui o chi ha costruito la squadra ?. Da mesi nei commenti ci dibattiamo con diverse varianti tra queste ipotesi e da mesi la risposta non ce la diamo noi perché la restituisce il campo e la classifica. La classifica che ancora non è fuori dalla zona a rischio e il campo che continua a registrare prestazioni deludenti e svogliate. Guardate ad esempio l'azione del goal del Crotone. Difesa tutta bella imbambolata con poca voglia e poca tensione. Così come in allenamento. Insomma una squadra di professionisti non si può permettere questo. Il Bologna se lo permette eccome e siamo sempre qui a commentare l'ennesima figuraccia. Continuiamo così facciamoci del male.

martedì 3 aprile 2018

Bologna-Roma 1-1


Ho avuto modo di commentare questa partita con un acceso tifoso romanista : lui sicuramente deluso perché, nella sua ottica e nel suo campionato, non ottenere i tre punti con il Bologna significa averne persi due e anche per noi, da come a un certo punto si era messa la partita, si è trattata di una bella occasione persa. L'occasione di sconfiggere una delle protagoniste del campionato, che, nella nostra logica, rappresentava l'unica possibilità di dare un senso a questo campionato. Molte occasioni sbagliate da una parte e dall'altra e alla fine risultato tutto sommato giusto.E quindi ben venga questo pareggio ottenuto anche mostrando qualche tratto di buon gioco, è un passo in avanti verso la conclusione di questo campionato.

lunedì 19 marzo 2018

Lazio-Bologna 1-1


Devo dire che dopo il veloce  pareggio della Lazio seguito al vantaggio di Verdi che raccoglieva una goffa respinta del portiere laziale, c'era aria di goleada. Non sarebbe stata la prima volta che il Bologna raggiunto dopo un precoce vantaggio finiva con il conteggio al pallottoliere dei goal subiti, particolarmente in trasferta contro una squadra che il goal lo trova spesso come la Lazio. Quindi onore sicuramente alla buona partita dei rossoblu che non si sono scomposti più di tanto, anzi con un briciolo di iniziativa e precisione in più avrebbero probabilmente raggiunto un insperato vantaggio. Le cattive notizie arrivano più oggi , quando rimbalza sempre più pressante la voce di un trasferimento di Verdi al Napoli a fine stagione, che poi alla bella favola non era mica tanto da credere neanche prima. Staremo a vedere, si confermerebbe però che patron magnate canadese o meno, il Bologna rimane una squadra di provincia dove far crescere qualche buona speranza e fare cassa. Forse sarebbe meglio per tutti prenderne atto.

Genoa-Bologna 1-0

L'impossibilità di seguire la squadra con continuità mi porta a limitare gli interventi su questo blog. Ma non credo sia particolar...